Tag Archives: news musica

Depeche Mode: 3 date in Italia per il tour Memento Mori

I Depeche Mode hanno annunciato, durante un evento che si è svolto a Berlino, la pubblicazione del nuovo album e un tour mondiale nel 2023 che farà tappa anche in Italia con tre date. Il Memento Mori Tour affiancherà infatti l’imminente 15° album in studio della band, Memento Mori, in uscita nella primavera del 2023.

Dave Gahan e Martin Gore hanno svelato oggi che il tour, presentato da Live Nation, inizierà con una serie speciale di date limitate alle arene nordamericane a partire dal 23 marzo, prima che la band si diriga in Europa per il tour estivo negli stadi. In Italia sono previste le date organizzate il 12 luglio Stadio Olimpico – Roma, il 14 luglio Stadio San Siro – Milano e il 16 luglio Stadio dall’Ara – Bologna.

Le date in Nord America faranno tappa al Madison Square Garden di New York, allo United Center di Chicago, al Kia Forum di Los Angeles e alla Scotiabank Arena di Toronto. La band inizierà poi il tour europeo negli stadi il 16 maggio, con tappe che includono lo Stade de France di Parigi, lo Stadio Olimpico di Berlino, lo Stadio San Siro di Milano e il Twickenham Stadium di Londra. Per ulteriori informazioni sull’itinerario del tour e sulle date di vendita dei biglietti, visitare il sito depechemode.com.

A partire dalle ore 10.00 di giovedi 6 ottobre, i biglietti per le date italiane saranno disponibili solo per gli utenti iscritti a My Live Nation. Per accedere alla presale basterà registrarsi gratuitamente su livenation.it.

La vendita generale si aprirà alle ore 10.00 di venerdi 7 ottobre su ticketmaster.it, ticketone.it e vivaticket.com.

Parlando di Memento Mori, Martin Gore ha commentato:

Abbiamo iniziato a lavorare a questo progetto all’inizio della pandemia e i suoi temi sono stati ispirati direttamente da quel periodo. Dopo la scomparsa di Fletch, abbiamo deciso di continuare perché siamo sicuri che questo è ciò che avrebbe voluto, e questo ha davvero dato al progetto un ulteriore livello di significato”. Dave Gahan ha aggiunto: “Fletch avrebbe amato questo album. Non vediamo l’ora di condividerlo presto con voi, e non vediamo l’ora di presentarlo dal vivo durante gli spettacoli del prossimo anno.

Augusto Daolio: dal 7 ottobre una mostra in memoria dell’artista

Il 7 ottobre 2022, esattamente a trent’anni dalla sua prematura scomparsa, presso lo Spazio Gerra di Reggio Emilia, sarà inaugurata un’esposizione che racconterà la poliedricità di Augusto Daolio, fondatore e voce indimenticata de I Nomadi.

L’attività di cantante, di pittore, di poeta e di divulgatore sarà testimoniata grazie una serie di materiali (molti dei quali assolutamente inediti) tra cui disegni, dipinti, schizzi, taccuini di viaggio, fotografie, manoscritti e video, la maggior parte dei quali messi a disposizione dagli archivi personali di Rosanna Fantuzzi, compagna di Augusto Daolio.

Sarà un allestimento creato intorno a temi e parole chiave, fortemente caratterizzanti sia la produzione artistica che la vita di Daolio.

L’inaugurazione si terrà venerdì 7 ottobre alle ore 17:00 e l’esposizione sarà aperta al pubblico fino all’8 gennaio 2023 ad ingresso gratuito con offerta libera.
I proventi saranno devoluti all’Associazione Augusto Per La Vita e al CORE (Centro Oncologico ed Ematologico di Reggio Emilia).

Rosanna Fantuzzi ha dichiarato:

Ho sentito la necessità di aprire alcuni spazi chiusi da sempre, contenevano quel privato solo “nostro” che però ora era doveroso condividere con le persone, le stesse alle quali Augusto aveva offerto una grande parte di sé, con passione e affetto.

Beppe Carletti ha aggiunto:

Tutte le arti erano dentro di lui: pittura, poesia, musica. La sua voce grande e inimitabile veniva dal cuore, con il cuore Augusto parlava alla gente e scriveva testi, con la mano dipingeva.

Il giornalista Vincenzo Mollica ha spiegato:

Quando finiva di cantare i colori che aveva nella voce, Augusto li trasferiva su una tavolozza e con i suoi pennelli dipingeva con grande sincerità le sue verità. In lui canzone e pittura vivevano come vasi comunicanti… In tutto quello che ha combinato Augusto c’era poesia.